Emergenza mal di gola? Prova le caramelle fai da te al sambuco

 

 

Quando siamo costretti a fare i conti con il mal di gola, vorremmo solo che sparisse subito. Useremmo qualsiasi mezzo per farlo andare via -talvolta anche improbabile- proprio perché si tratta di uno dei fastidi più insopportabili del cambio di stagione.

In questo periodo di fine estate-inizio autunno, non facciamo in tempo a riporre l’abbigliamento leggero che, puntuali come la tassa rifiuti nella buca delle lettere, arrivano gli sbalzi di temperatura: la mattina aria d’Islanda, il pomeriggio picchi di caldo alla Rio de Janeiro. Caldo e freddo si alternano poi in proporzioni variabili anche durante tutta la giornata, così, in maniera schizofrenica. Sono questi sbalzi termici capricciosi la vera causa del mal di gola, anche perché costituiscono la culla ideale per lo sviluppo di virus e batteri, diventando un mix perverso che sembra studiato per farci ammalare.

A nostre spese scopriamo che la scelta dell’abbigliamento giusto tutte le mattine, non è solo un fatto cromatico o modaiolo, ma di sopravvivenza, di pura strategia militare per non cadere nel tranello del mal di gola. Purtroppo -nonostante tutto il nostro impegno- appuriamo di non essere mai coperti abbastanza, oppure di esserlo troppo, tanto da battere i denti di prima mattina o da fare la sauna arrivati all’ora della pausa post-prandiale. Insomma, in tali condizioni climatiche bipolari, raffreddore e mal di gola sono una minaccia reale ed incombente per tutti noi.

Meglio prevenire che curare, recita un noto detto. Per questo, prima che il dolore faringeo si manifesti in tutta la sua simpatia, propongo una ricetta per assicurarsi uno strumento di difesa in più, senza tralasciare il classico e necessario abbigliamento a strati, si intende.

Mano ai pentolini dunque! Proviamo ad autoprodurre un rimedio naturale sotto forma di bon bon, gradito ai bambini, efficace, facile da portare con sé e da assumere al bisogno:  le caramelle al sambuco.

Perché autoprodurre? Innanzi tutto perché dà una grande soddisfazione, poi perché è economico e consente di realizzare quantità di scorta per tutta la famiglia e, in ultimo ma non meno importante, perché così evitiamo di assumere sostanze chimiche indesiderate, spesso abbondanti nei rimedi già pronti venduti in farmacia o in erboristeria.

L’ultima volta che cercavo delle semplici caramelle all’orzo per bambini, per curare un principio di mal di gola, in farmacia mi volevano rifilare delle pasticche con edulcoranti e coloranti che costavano quasi 10 euro!

Quindi, per non trovarsi nell’evenienza di dover agire in emergenza, ergo ingurgitare cose a caso, lasciando molti soldi in farmacia e magari non risolvendo il problema, è bene giocare d’anticipo. Potete preparare le vostre caramelle anche se non avete subito bisogno, si possono infatti conservare fino a tre mesi in una scatola di latta.

 

 

Gli ingredienti si trovano in erboristeria oppure online nei siti che vendono materie prime naturali.

Ecco cosa vi serve per farle.

10-15 fiori di sambuco freschi
2 cucchiai di semi di lino
3 cucchiai di bacche di sambuco secche
1 tazza di gomma arabica in pezzi
2 tazze di zucchero a velo
4 tazze di acqua calda

Mettette circa 10-15 teste di fiori di sambuco in infusione in 3 tazze di acqua bollente. Aggiungete 2 cucchiai di semi di lino e lasciate agire per circa un’ora. Quando si crea un vero e proprio gel trasparente, significa che il composto è pronto. Non potete sbagliare, la consistenza è simile a quella dell’albume.

Prendete la gomma arabica e pestatela fino a ridurla in piccoli pezzi. Quando avete finito, aggiungete anche 3 cucchiaini di bacche di sambuco secco (se lo trovate fresco mettetene un po’ di più) e continuate a pestare.  Successivamente, aggiungete il composto ottenuto in una tazza di acqua calda. Mescolare con un cucchiaio fino a quando i granuli di gomma iniziano a sciogliersi e assumono l’apparenza di una confettura.

Scolate l’infusione dei fiori di sambuco e incorporatene un bicchiere e mezzo alla miscela della gomma arabica. Successivamente, aggiungete 2 tazze di zucchero a velo e mescolate. Lo zucchero serve a dare spessore e a garantire la conservazione.

A questo punto cuocete il tutto a fiamma bassa, mescolando continuamente per circa mezz’ora, fino ad ottenere una consistenza finale simile a quella dello sciroppo, e fino a quando la caramella comincia a staccarsi dalle pareti della pentola.

Versate il composto dentro una teglia foderata con carta da forno e lasciate raffreddare. Quando si è solidificato un po’, potrete tagliarlo per dare la forma desiderata alle caramelle. Volendo potete provare a fare delle piccole palline, ma se è ancora caldo, attenti a non bruciarvi! Cospargete le caramelle ottenute con lo zucchero a velo per evitare che si attacchino tra loro.

 

 

UN’IDEA IN PIU’: Durante la preparazione, basta aggiungere la metà del quantitativo di zucchero per ottenere un fantastico sciroppo per la tosse da produrre in casa e abbinare alle caramelle per potenziare l’effetto protettivo per la gola.

Inoltre, lasciate sciogliere in acqua bollente, le caramelle si trasformano in tisana.

Un rimedio flessibile e adatto a tutte le vostre abitudini di consumo, voi come lo preferite?

 

 

 

 

Annunci

8 Replies to “Emergenza mal di gola? Prova le caramelle fai da te al sambuco”

  1. Questo rimedio vale la pena provarlo, ritengo sia semplice ed eccellente per alleviare i fastidi della gola! Grazie

  2. Autoprodurre i rimedi contro il maldigola mi sembra geniale! Dove è possibile recuperare gli ingredienti? Mi sembra ottimo poter essere sicuri di quello che si prende!

    1. Ciao dolphin! Grazie! In primavera o inizio estate (purtroppo lontane) possiamo raccogliere fiori e bacche di sambuco dagli alberi, in luoghi poco inquinati. Altrimenti, in altre stagioni, come adesso che é autunno, e per trovare la gomma arabica, si puó andare nella propria erboristeria di fiducia. Anche online si trova ormai tutto. Autoproduciamo!!

  3. Ottima ricettina 🙂 Sicuramente meglio dei medicinali! Un mal di gola si può curare questi semplici rimedi (ovviamente se non ci sono patologie gravi). Meglio anche di latte e miele!

    A presto 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...