Tartufi raw al cacao, facili, veloci e molto golosi

 

praline raw piramide

Se volete provare a sperimentarvi in una preparazione crudista, vi consiglio di partire da questa ricetta facile facile, a prova di disastro: i tartufi raw.

Si tratta di un dolce molto semplice e di grande effetto, sia a livello estetico, sia a livello psicologico, in quanto il risultato ottenuto inganna il nostro cervello, illudendoci di aver consumato vere praline di cioccolato, mentre ci deliziamo con uno snack salutare, ricco di vitamine e a basso contenuto di zuccheri.

I dolci raw infatti hanno questo pregio, sono appaganti e golosi ma estremamente sani. Tolgono il desiderio di dolce e, grazie alla frutta secca, mantengono sazi a lungo, allontanando quelle insane idee tentatrici che spesso hanno il sopravvento quando siamo depressi e abbiamo bisogno di consolazione.  Eviteremo così di fiondarci ad addentare un’intera tavoletta di cioccolato o a svuotare mezzo barattolo di crema alle nocciole, senza alcuna pietà per linea e salute.

Pochissimi zuccheri aggiunti in questo dolce, gli ingredienti sono semplici, il risultato è molto soddisfacente. A prova di aspirante chef di cucina naturale e di giudizio esigente di bambino goloso.

4-5 datteri giganti MEDJOUL
una manciata abbondante di mandorle intere con buccia
cacao in polvere
zucchero in polvere vanigliato

Tritate le mandorle intere mettendole nello sminuzzatore e frullate separatamente anche i datteri, fino a ridurli in poltiglia. Se è il caso, aggiungete un po’ d’acqua per facilitare l’operazione. Una volta ottenute le due materie principali, mischiatele fino ad ottenere una bella pasta consistente. Create a mano i vostri tartufi, scegliendo la dimensione che più vi piace (mignon sono bellissimi!) e tuffateli nel cacao. Se volete ottenere un effetto bicolor, potete fare un secondo passaggio nello zucchero a velo. Utilizzate anche altri tipi di frutta secca a piacere e create il vostro mix preferito. E voilà, il gioco è fatto.

 

praline raw al cacao

Sarò sincera: l’operazione richiesta per frullare i datteri è la più difficile di questa ricetta, per il semplice fatto che, se non fate attenzione, rischiate di far fondere il mixer. Per evitare danni, mi raccomando, NON usate il frullatore a immersione, l’impasto dei datteri si compatta troppo sotto le lame, rischiando di affaticare il motore. Una delle cose che dovete prevedere se volete cambiare la vostra alimentazione da pesante a sostenibile, è quella di dotarvi delle attrezzature adatte al tipo di ingredienti e preparazioni, spesso dalla consistenza difficile. Cucinare raw è tutto uno sminuzzare, frullare, essiccare….

Non voglio scoraggiarvi, ma se non siete preparati adeguatamente, si rischia una delusione che può costarvi il desiderio di provare a casa la cucina raw. E sarebbe un peccato. Quindi, ora che lo sapete, se sospettate di non avere l’elettrodomestico giusto, sappiate che sul mercato la scelta è davvero vasta e occorre informarsi in anticipo, anche perché i prezzi variano molto a seconda del punto vendita. Io ho potuto verificare che il frullatore più amato dai crudisti si chiama Vitamix, indistruttibile, pare. Il suo costo però è piuttosto elevato (circa 650 euro) e, anche se tale spesa dovesse effettivamente giustificare le sue doti, non tutti possono permettersela o desiderano fare questo investimento.

Il consiglio che posso darvi, se volete fare l’acquisto giusto, è quello di controllare sempre la potenza del frullatore e, nel dubbio, prendere quello che ha una performance più elevata.

Su www.frullatore.net potete farvi una cultura generale sull’argomento frullatori & co. Non tutti i modelli sono adatti a sostenere determinate lavorazioni e non è bello scoprirlo dopo l’acquisto. Informiamoci per tempo ed evitiamo così di comprare elettrodomestici soprammobile o inutili duplicati.

Se volete saperne di più su quali sono gli strumenti di lavoro in cucina prediletti dai crudisti, in questi siti troverete delle indicazioni piuttosto complete.

 www.cacaopuro.com/index.php?main_page=index&cPath=9&zenid=eddaa2cfeeae856fd7fd3b81d77e0a78

 www.saltonelcrudo.it/strumenti.shtml

 

 

Annunci

4 Replies to “Tartufi raw al cacao, facili, veloci e molto golosi”

  1. Varianti (tutte o una a scelta):
    – usare uvetta ammollata al posto dei datteri
    – usare farina di carruba al posto del cacao
    – usare farina di cocco al posto dello zucchero a velo
    In ogni caso si tratta di una ricetta semplice, rapida e di sicuro effetto!

    1. Ottimi i tuoi consigli Marco! In effetti, con queste varianti, possiamo ridurre ancora di più il carico zuccherino e dare possibilità a chi non consuma cacao o zucchero, di gustare le praline sempre con grande gusto! Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...