Vivere sostenibile? Iniziamo dalla nostra casa

 

Controllate la qualità dell’aria che respirate tra le mura domestiche.  E’ inutile andare a fare gite in montagna o in campagna per respirare aria buona, fuggendo dall’inquinamento cittadino, quando casa nostra è più inquinata di un sobborgo industriale di Pechino. Verificate poi la qualità dei mobili che acquistate, le pitture da scegliere quando cambiate colore alle pareti, i profumi che spruzzate nell’aria (no a quelli sintetici!) e infine selezionate bene i prodotti per la pulizia e l’igiene casalinga (se iniziate ad auto-produrli, ancora meglio). Ridurrete così il pericolo di allergie e la quantità di fazzoletti di carta sparsi per casa. E anche gli alberi vi ringrazieranno.

Provate ad essere un vicino “social” e amichevole. A volte è difficile perché siamo un popolo di diffidenti e in qualche caso anche di orsi,  ma se favorite per primi l’avvicinamento con i vicini e tentate di fare la loro conoscenza, cambierete l’atmosfera del vostro palazzo e ridurrete l’emergere di possibili conflitti. Di solito le liti tra vicini nascono a causa dell’ignoranza e dell’incomprensione verso l’altro. Non è meglio organizzare un aperitivo collettivo in cortile, piuttosto che ammucchiarvi i bidoni dell’immondizia o lottare all’ultimo sangue per un posto auto?

 

 

Se ne avete la possibilità, proponete la realizzazione di un tetto verde condominiale. Non è un’idea poi così impossibile! Vegetalizzare il tetto o i terrazzi condominiali è un ottimo modo per isolare l’immobile, favorendo anche la biodiversità, cioè ospitando la piccola fauna di città. Perché è bello avere il più bel tetto del quartiere!

 

 

 

Cercate di investire nell’isolamento termico del vostro appartamento, oltre al risparmio che ne deriverà in termini monetari ed energetici, guadagnerete anche un perfetto isolamento acustico nel rispetto della vostra privacy e di quella dei vicini. Perché è bello poter dormire alle 6 di mattina della domenica, mentre il vostro vicino mattiniero (e un po’ duro d’orecchio) inizia la sua giornata accendendo la televisione a tutto volume.

Risparmiate il vostro consumo di acqua. L’acqua è preziosa e non è solo un leitmotiv di moda. Possiamo fare la nostra parte per ridurre concretamente il consumo di acqua in casa, facendo attenzione ai nostri gesti quotidiani. Non si lasciano i rubinetti aperti inutilmente! Anche i più piccoli ormai lo sanno. Perché è meglio impiegare i soldi risparmiati per organizzare un viaggio, o per farci un regalo,  piuttosto che pagare inutili bollette salate. E perché nessuno, davvero, vorrebbe mai trovarsi un giorno con lo shampoo in testa sotto la doccia e scoprire che l’acqua è finita.

 

Risparmiare acqua

Annunci

One Reply to “Vivere sostenibile? Iniziamo dalla nostra casa”

  1. Sarebbe veramente bello riuscire ad andare sempre d’accordo con propri i vicini….purtroppo non sempre le persone collaborano. C’è ancora molto da fare per promuovere il vivere sociale sostenibile….Fai bene a parlarne Paola!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...