Segreti di bellezza naturale e low cost: la spugna di Konjac

 

Fin da quando ero giovanissima (quindi l’altro ieri, praticamente)  mi divertivo molto a creare maschere per il viso low cost, autoprodotte con ingredienti rubati direttamente dalla cucina di casa, talvolta anche di nascosto per non destare la perplessità dei miei familiari. Una delle mie fissazioni per la cura del viso è sempre stata l’esfoliazione.

Avevo infatti constatato da subito la fondamentale importanza di questa operazione per pulire a fondo viso e corpo, con benefici evidenti, oltre che per l’ossigenazione della pelle, anche per la stimolazione della microcircolazione e per il rinnovamento di quelle fantastiche cellule addette alla produzione di collagene. Non va trascurata l’importanza di questa sostanza magica, essa costituisce l’impalcatura della nostra pelle e quindi dobbiamo tenerla cara e attiva il più a lungo possibile.

L’esfoliazione, detta anche scrub, è un rituale di bellezza utilizzato da sempre dalle donne, in tutte le culture tradizionali del mondo.  Per esempio, in quella araba è affidata a particolari saponi vegetali arricchiti da noccioli di frutta tritati finemente, oppure da composti di zucchero o sale, con olio, miele e yogurt. Questo tipo di cura rientra nella routine di bellezza delle donne magrebine e viene eseguita utilizzando anche solo particolari guanti di fibra vegetale (kessa), in grado di eliminare alla perfezione persino cellule morte che non sospettavi nemmeno di avere, rendendo liscia fin da subito l’epidermide.

Esistono talmente tanti modi naturali per esfoliare viso e corpo, che penso di dedicare presto all’argomento un articolo più dettagliato, così da dare spunti per alcune ricette fai da te, sempre a basso costo e impatto sull’Ambiente.

Ma ora vi voglio parlare di una delle ultime novità nel campo della bellezza naturale per il viso, che ho conosciuto recentemente e che si chiama spugna di Konjac.   

Questa particolare spugna è ottenuta a partire da un tubero giapponese ed è naturale al 100%, quindi senza elementi sintetici o di derivazione animale.  Da secca si presenta piuttosto rigida e pertanto, per poterla usare, non dimenticate di  inumidirla! Alla vista si presenta con un reticolato a nido d’ape e la sua fibra è consistente ma comunque morbida. Gli estimatori ne narrano grandi qualità esfolianti e illuminanti, ma soprattutto un’estrema delicatezza sulla pelle del viso, così da non incorrere in detersioni troppo aggressive.

Ne esistono varie versioni, da quella pura bianca a quella colorata, arricchita da argilla o altri ingredienti naturali. Per la scelta, affidatevi alla curiosità, al gusto e alle esigenze del vostro tipo di pelle.

Il costo si aggira intorno ai 5 euro e dura piuttosto a lungo. In commercio ne esistono varie versioni, possiamo trovarle sul web e sono vendute anche nelle più famose catene di make up ormai diffuse in tutte le città.

Che dite, la testiamo anche noi?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

2 Replies to “Segreti di bellezza naturale e low cost: la spugna di Konjac”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...